Itinerari MTB.

  • Itinerario: San Giovanni, Val Lomasona

    Tipologia: All-mountain
    Difficoltà:
    Lunghezza: 52 km
    Dislivello: 1200 m

    File GPX (per il tuo GPS): scarica
    File KMZ (per Google Earth): scarica



    Il punto di partenza è Arco, nei pressi del parcheggio dell'ospedale. Saliamo per l'olivaia di Chiarano e dopo qualche strappetto scalda-muscoli ci immettiamo sulla strada principale che porta a Padaro – S.Giovanni. A Padaro facciamo una breve sosta presso la fontana e poi ripartiamo in direzione San Giovanni. La strada, asfaltata, prosegue abbastanza regolare per qualche tornante. Superato il punto panoramico del Sass de la Vecia, abbandoniamo l'asfalto per proseguire la nostra salita su sterrato, imboccando la strada forestale sulla destra, che parte inizialmente in discesa (chi ha partecipato alla marathon del Bike Festival a Riva del Garda, conosce la traccia).
    La forestale prosegue parallelamente alla strada principale, inoltrandosi nel sottobosco e facendoci godere un pò di ombra! Proseguendo, la pendenza aumenta sempre più, fino ad arrivare ad un tratto in cui dovremmo proseguire a spinta, ma si tratta veramente di pochi metri.
    Risaliamo in sella per un breve tratto di discesa, che ci riporterà nuovamente a pedalare sulla strada asfaltata principale, a poche decine di metri dalla Malga S.Giovanni.
    Proseguiamo dritti per qualche tornante ancora, finchè non arriveremo ad un bivio, seguiamo le indicazioni per San Pietro-Tenno. Entriamo così nella cosidetta area dei Prai da Gom, un tratto pianeggiante che attraversa verdi prati da pascolo.
    Seguendo sempre le indicazioni per Tenno-San Pietro, abbandoniamo il tratto pianeggiante e ci inoltriamo nel bosco, dove inizia il primo tratto di discesa, che ci porta in località Treni. Questa parte non è particolarmente difficile, ma prestate attenzione in caso di fondo bagnato.
    Da Treni potremmo imboccare direttamente la Val Lomasona, ma decidiamo di fare una simpatica variante: continuamo a pedalare in direzione San Pietro. Se abbiamo fame, possiamo fare una tappa al vicino Rifugio San Pietro, dove, oltre a godere di un'eccezzionale panorama, si possono gustare anche deliziosi piatti tipici.
    Superato il bivio per il Rifugio, il nostro itinerario prosegue in direzione Vedesè, dove possiamo ammirare un enorme faggio secolare. Torniamo un pò indietro e imbocchiamo il sentierino 410, in direzione Val Lomasona.
    Un divertente singletrack , immerso nel bosco e caratterizzato da parti veloci e altre più tortuose, ricchie di grossi sassi smossi e fondo instabile, ci porta in zona Vespana. Seguiamo la traccia principale per Malga Lomasona (attenzione: la traccia prosegue nel bosco, nei pressi di una casetta. Abbastanza difficile da trovare..).
    Ci aspetta un'altro singletrail adrenalitico, immersi nel fitto bosco, e che sfocia nei verdissimi prati della Val Lomasona. Da qui continuamo su strada pianeggiante in mezzo al verde, superiamo la Malga Lomasona fino a giungere al paesino di Dasindo. All'entrata del paese, cerchiamo il cartello "sentiero delle palafitte" e seguiamolo: ci porterà prima alla frazione di Favrio, e poi infine direttamente alla Torbiera di Fiavè, da dove, seguendo la strada statale principale, affronteremo la salita che porta al passo del Ballino.
    Superato il passo, in prossimità dell'abitato di Ballino, imbocchiamo la strada che sale ripida a sinistra, presso una chiesetta. Giungiamo in località Castil e su comoda forestale ci avviciniamo al bellissimo laghetto di Tenno (la traccia non riporta questa variante, causa brutto tempo).
    Superato il lago, continuamo a pedalare in direzione Canale, il rinomato borgo medievale, e successivamente fino in località Calvola, dove, nei pressi di un tornante, prendiamo il sentiero del "Salt".
    Attraversiamo il paese di Tenno fino ad arrivare ai piedi del castello: qui, in prossimità di un capitello, imbocchiamo il sentiero di "Gola" (attenzione, protezioni consigliate) che ci accompagna brevemente a valle.

    Giro splendido, molto suggestivo e discretamente lungo (50 km circa), tipicamente all-mountain, caratterizzato dall'alternanza di salite e discese. Consigliata una mtb biammortizzata, per poter affrontare in tutta sicurezza i numerosi trails.

 

Photo Gallery

 

Commenti (6) - Aggiungi un commento

Nome:

Commento:

Verifica Anti Spam:



  • maurizio - 07/11/2016
    ma c'è qualcuno che presidia questo sito web o al solito si fanno itinerari e poi non si risponde ai quesiti da me posti il 30.10.15 cioè non si riesce a scaricare la traccia ma vengono visulizzati solo un elenco infinito di codici? grazie spero di ricevere risposte

  • BaInwX9F - 20/05/2016
    People nomllray pay me for this and you are giving it away!

  • maurizio - 30/10/2015
    il file della traccia gpx si apre in maniera anomala vedo solo tante righe di codici e non riesco ad importarlo sul mio garmin edge 800. Grazie

  • demon.box - 02/05/2011
    Davvero molto bello per i luoghi incantevoli che si attraversano ma secondo me a parte (forse) la bella discesa dal castello di Tenno é assolutamente un giro XC. Per la maggior parte si fà asfalto e larghe sterrate... Su 50km totali i tratti di single-track sono davvero pochissimi anche in discesa.

  • Marcus - 04/08/2010
    Non si scarica, appare il codice.

  • Gianluca - 09/06/2010
    giro molto bello, rifugio S.Giovanni ottimo , discesa nella Val Lomasona finalmente percorribile, panorama dal Rifugio San Pietro spettacolare, l'unica cosa da aggiungere e' la variante nel paese di Ballino per scendere al Lago di Tenno in fuoristrada. Bella anche la discesa dal Castello di Tenno! Bravi ragazzi.